MY WORK

ARTICLES, REVIEWS, ART CRITICS | ACADEMIC RESEARCH | PHOTOGRAPHY | PERSONAL ARTISTIC RESEARCH

Articles for Persinsala

Those articles are all part of my ongoing collaboration with the online cultural magazine Persinsala

I regularly write articles about the latest exhibitions, cultural events, shows and theatrical performances. That includes always being present in vernissages and press previews, interviewing artists, curators, directors and many other figures in the artistic field. I am always up-to-date with the latest exhibits and everything that's currently happening on the cultural scene in Rome. My research mostly focuses on figurative arts, new media, theatre and cinema.

Jago | The exhibition, Arti figurative di Chiara Gargiuli | Persinsala.it

Per il suo indiscutibile talento, spesso l’artista è paragonato ai grandi maestri della tradizione come Michelangelo, ma l’aspetto dell’interazione, dell’auto-documentazione e condivisione dei processi artistici sui social rendono Jago l’emblema della contemporaneità: le sue opere affermano che il dialogo con la tradizione scultorea rinascimentale può funzionare ed avere un senso nel ventunesimo secolo nel momento in cui i prodotti artistici diventano veicolo di una comunicazione con il fruitore

Bill Viola | Icons of light, Arti figurative di Chiara Gargiuli | Persinsala.it

Quelle riprese nei video di Viola, infatti, sono le uniche figure a muoversi secondo un intervallo che è diverso da quello reale, rappresentato dagli elementi naturali (come il riflesso della piscina o della luce sul mare, la pioggia, una tempesta di sabbia) e che corrisponde a quello che il fruitore vive nel momento in cui è posto dinanzi all’opera: l’uomo vive il proprio tempo secondo la propria esperienza, che non sempre è oggettiva e reale, come invece sono gli elementi naturali. Nel testo

Cao Fei | Supernova, Arti figurative di Chiara Gargiuli | Persinsala.it

La ricerca di Cao Fei interagisce con la realtà circostante, ma in una modalità che riflette il contemporaneo analizzando e decostruendo la sua caratteristica predominante, il web. L’impatto sociale, economico, materiale e soprattutto emotivo e psicologico dell’urbanizzazione in Cina l’ha resa una caratteristica quasi inevitabile della produzione culturale, anche nelle arti visive: internet è percepito come una nuova dimensione post-umana, dove gli individui di tutto il mondo possono esplorare l

Three Kings / Trend – Nuove frontiere della scena britannica / Festival Teatrali. Articolo di Chiara Gargiuli | Persinsala

Se nel racconto del protagonista emerge una solitudine in cui, per lo spettatore, è naturale identificarsi – soprattutto tenendo in considerazione le restrizioni in vigore proprio nell’anno di produzione dell’opera – è la performance brillante e tagliente di Bonomo a determinare un coinvolgimento emotivo costante nel frenetico alternarsi di speranza e delusione del suo personaggio. Il ritorno simbolico di numeri e situazioni – tre sono i re del puzzle che il padre chiede al figlio di risolvere,

Parete Nord / Danza. Articolo di Chiara Gargiuli | Persinsala

Il coreografo Michele Di Stefano ha studiato e messo in connessione la relazione che può intercorrere tra il performer e l’immagine esterna del paesaggio inaccessibile – e quasi archetipico – della montagna. Tuttavia, sebbene la dinamica e serrata danza del gruppo, dalle sembianze a tratti rituali, generi e comunichi energia pura nella relazione con lo spazio è il paesaggio alpino a farsi protagonista della seconda parte dello spettacolo, ed è con esso che il singolo si relaziona alla montagna,

Checkpoint Berlin. In Anteprime/Recensioni di Chiara Gargiuli | Persinsala.it

Una società delle immagini ha bisogno di queste per sopravvivere e per definire i confini della propria identità, in quanto solo il racconto e la memoria di ciò che è passato possono costituire la bussola per orientarsi nel futuro. Alcune immagini, poi, hanno più peso di altre: sebbene oggi siamo abituati ad avere la possibilità di vedere gli eventi nel loro svolgersi in tempo reale, ovunque e in qualsiasi momento, la caduta del muro di Berlino (9 novembre 1989) è stata una delle prime, se no l

L’estetica vintage del posthumanism (I), Cronache dell'Immaginario di Chiara Gargiuli | Persinsala.it

Il neologismo posthumanism (“postumanesimo”) è tra i protagonisti del dibattito accademico contemporaneo. E non potrebbe essere altrimenti nel contesto della società postmoderna, dove il tempo diventa subordinato, funzionale e costitutivo di una esperienza sociale che presenta, in ogni sua forma, un’alternativa digitale. Con l’introduzione dei sistemi tecnici softwarized, non è sbagliato sostenere che viviamo in una società dell’informazione. Sebbene esistano numerose definizioni e discussion

Spaventare per vendere, Cronache dell'Immaginario di Chiara Gargiuli | Persinsala.it

Quando la percezione visiva del fruitore è abituata alla continua esposizione alle immagini, la sottrazione o l’aumento frenetico delle stesse risultano essere le modalità per cui è possibile esaltare il proprio prodotto facendolo permeare nel subconscio degli utenti, attraverso sensazioni positive di nostalgia o commozione, o negative, di turbamento ed inquietudine: in questi ultimi casi, si tratta della logica pubblicitaria dello shock advertising. Una tra le caratteristiche più rilevanti d

Articles for Chartreux

Those articles are part of my personal project Chartreux (2019), a cultural diary where I talk about exhibitions, testimonies and connections created on the urban territory of Rome. 

Chartreux combines blogging and art criticism: the distinctive aspect of the project is the direct approach and the one-to-one relationship with artists and gallerists. These articles are also a direct account of the Roman art scene before the 2020 pandemic.

L’universo a San Lorenzo: Leonardo Petrucci alla Galleria Gilda Lavia

Come suggerito già dallo stesso titolo, oggetto d’indagine è il tempo, nel suo manifestarsi, ambiguo e complesso e nelle infinite sfaccettature di significati mistici e simbolici che può assumere. E ancora al suo legame con l’Alchimia, la Geometria Sacra, la Cabala e la stessa Astrologia: è infatti tra le stelle che il fruitore inizia il suo percorso («un viaggio iniziatico»), nello spazio principale, sulle cui pareti sono rappresentate, in sequenza, le dodici costellazioni dello Zodiaco. Velo

L’avanguardia ungherese al Palaexpo: «Tecniche d’Evasione»

«Tra i migliori e più autentici episodi dell’arte contemporanea, si contano quelli accaduti in clandestinità, nel retro degli apparati, o negli scantinati, o nelle case private, di nascosto da istituzioni e comitati di amministrazione, e la cui ricostruzione e testimonianza è già impresa di lotta. Diviene meravigliosa e commovente, anzi, la storia dell’arte contemporanea, soprattutto lì dove è stata, ed è tuttora, storia di clandestinità, di sotterfugio, di fuga, di elusione.» È con queste prem

Vita in galleria: Fabrizio Del Signore e Armando Porcari per The Gallery Apart

Attualmente situata in via Francesco Negri, nel quartiere Ostiense, The Gallery Apart ha avuto origine da un progetto culturale nato a Roma nell’ottobre del 2004. La Galleria, il cui obiettivo principale è supportare ed assistere giovani artisti nella loro ricerca, si è sempre distinta per la qualità delle proposte culturali offerte, e per il rispetto e la devozione alla missione di garantire un outlet libero per la creatività e spontaneità delle personalità artistiche emergenti. L’intervista a

Le «donne» della GAM: intervista a Susanne Kessler

Da gennaio 2019 e per pochi mesi ancora, presso la Galleria comunale d’Arte Moderna di Roma, in via Crispi, è possibile fruire di un percorso espositivo dal tema ambizioso e provocante: ‘’Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione’’. Le curatrici Federica Piani, Gloria Ralmondi, Arianna Angelelli e Daniela Vasta si sono dimostrate capaci di rianimare un luogo oggi –purtroppo- poco frequentato per mezzo dell’esposizione, che vanta più di cento opere e collaborazioni con la Cineteca di Bol

Academic Research

Explore abstracts, previews and small extracts from papers, essays and researches I worked on.

New-media research and sociology and media-based contemporary art are my primary fields of work. Most of those are term papers I wrote during my bachelor's degree in Communication and Valorisation of the Contemporary Artistic Heritage at the Academy of Fine Arts of Rome. 

To read the full text, contact me.

Metapostmodernism. Visual culture, web society, emotional marketing: deconstructing the contemporary in its constituent elements and manifestations in the global artistic language

In a postmodern society, the boundary between advertising language and artistic language is becoming increasingly blurred. Both use emotional and sensory elements to get a message across. This message is conveyed through two specific phenomena of our time: visual culture and the web. In this thesis I will analyse the aspects and characteristics of the postmodern period, starting from its In this thesis I will analyse the aspects and characteristics of the postmodern period, starting with its origin in overcoming modernism. new modes of marketing, which arise in relation to postmodern society but which at the same time the postmodern society but at the same time modifying and influencing its thinking, like a mirror that allows us to a mirror that allows us both to see ourselves in the present and to forecast the future. future. The new way of using images, supported by the medium of the web, will be examined. supported by the medium of the web. Finally, I will present three case studies of exhibitions and displays that have all the elements of a postmodern society. elements of a postmodern society, with particular attention to the relationship with avatars and identities. relationship with avatars and digital identities.

The Age of Information. The new socio-technological model, from Castells to Seife

The concept of Network Society is theorised by Manuel Castells in the essay Internet Galaxy, which, starting from the history of the web, reflects on the meanings and uses of the phenomenon, its structure, its dynamics, and the way in which it has modified and shaped contemporary society, of which it constitutes the technological and conceptual basis.The network is not a model unique to virtual (un)reality: the very spread of the Internet was in fact a consequence of the social logic of the Information Age and Information Capitalism of the 20th century.

The emotional structure applied to advertising language in terms of the disturbing and the uncanny

The current evolutionary phase of media languages constitutes perhaps the most important element of complexity in postmodern reality. If, on the one hand, technological progress has reached a significant development today, which determines the entry of society into a new phase of culture, on the other hand, paradoxically, the man who relates daily to the media (understood as a prosthesis and extension of the human body) seems to have regressed, in the order of his priorities, to what could be considered a 'tribal phase', where the right hemisphere of the brain has predominance over the left. This characteristic emotional outlook, which can be seen from the electrical age onwards, has consequences for every product of human life and is exacerbated during the technological revolution.

Cultural Heritage Photography

This extract is part of a project I realized in the Cultural Heritage Photography course held by photographer Andrea Attardi. My primary goals was to represent the icons of St. Peter's Basilica without being didascalic or repetitive. I focused on rays of light, lines and geometries to tell the story of this incredible place of devotion.

All pictures have been taken with a Nikon D3200.

Personal Artistic Research

Rope Knots, City Lights (2019) is part of my personal aesthetic and artistic research. The main theme of the tryptic is the role played by individuals relating to new metropolis and big cities. While this is certainly a reflection on rapid urbanisation and its conseguences, the introspective research also investigates solitude and how is possible to feel and be completely alone in such crowded spaces - concept also expressed by the shatteredness of the image.

Chiara Gargiuli, 2019

Contact me